ALZAVOLA

L’ALZAVOLA (specie ‘ANAS CRECCA’)

è un uccello della famiglia degli Anatidi, svernante, tra ottobre e novembre, in zone umide d’acqua dolce, non tanto profonde, dreni campestri, laghi artificiali, estuari. Con i suoi 35 cm di lunghezza è la rappresentante più piccola delle anatre di superficie ed è facile trovarla in gruppi di stormi. Dall’apertura alare di circa 70 cm ed il peso corporeo fra 270 e 400 grammi, la colorazione del maschio è verde nella fascia che circonda gli occhi, marrone rossiccio nel resto della testa, il petto è bianco sporco maculato di nero, le ali marrone scuro e grigio con una macchia gialla su sfondo nero dal sottocoda, il becco e le zampe nerastri. La femmina è quasi totalmente bruna con uno specchio alare verde smeraldo ed una sfumatura arancio nella parte inferiore del becco. Prevalentemente erbivoro si nutre di sementi, sorgo e riso, prediligendo il falasco, ma anche di larve di insetti acquatici e molluschi che cattura immergendo il capo. La femmina costruisce il nido, in autunno, all’asciutto, su terraferma e lo riempie gradualmente di piume per nascondere ad eventuali predatori uova e pulcini. Da 8 a 11, le uova, grigiastre o color crema, vengono covate per una ventina di giorni; una volta nati, i piccoli lasciano il nido, seguiti a distanza dalla madre, per almeno un mese.

Anna Magnano

Commenti

commenti