BAGNO TURCO & SAUNA FINLANDESE

Il BAGNO TURCO

ha origini egiziane, sviluppate poi dai romani e dagli arabi. E’ un trattamento idroterapico molto diffuso in Medio Oriente. I benefici possono andare dal purificare la pelle, al miglioramento della circolazione, alla riduzione delle malattie infettive. Il moderno bagno turco si svolge in ambiente in cui la temperatura raggiunge i 50 gradi e l’umidità i 90/100 gradi creando una nuvola di vapore che avvolge il corpo, all’altezza della testa sfumando i 40 gradi, ai piedi i 20 gradi. Attenti nell’aver mangiato di leggero e non digiuni e dopo aver bevuto almeno due bicchieri d’acqua, il percorso del bagno turco prevede la Sala Harara dove sostare per venti minuti frizionando il corpo con sale e guanto di crine, una sala tiepida per attenuare dal freddo al caldo e l’immersione di pochi minuti in una vasca piena d’acqua fredda, per rassodare e tonificare pelle e muscoli. Nel bagno turco è ottimale entrare nudi, la posizione da assumere è seduti o semisdraiati rinfrescandosi di tanto in tanto con spugnature d’acqua fresca.

SAUNA FINLANDESE

Definita dai Finlandesi la ‘farmacia dei poveri’, la tradizione della sauna risale al 1100. La Sauna Finlandese detta anche Sauna Secca funziona grazie al progressivo riscaldamento di pietre come la Peridotite o la Olivite poste su fonte di calore, l’umidificazione con acqua di queste fa diventare l’aria secca, la temperatura oscilla tra i 65 e gli 80 gradi. Tecnicamente è costituita da una cabina in legno di abete, pioppo od ontano rosso non trattato. Al suo interno si trovano una o più panchine; la sauna non prevede aromi né musica rilassante ed è poco illuminata. I benefici della sauna finlandese sono: dilatazione dei pori, eliminazione dei liquidi ristagnanti, vasodilatazione.

Angela Balboni

Commenti

commenti