DANIELE INCICCO

daniele incicco

Nome: DANIELE INCICCO
Ruolo musica: frontman LA RUA
Ruolo Nazionale Cantanti: SECONDA PUNTA

Visto che la ‘penna’ di Daniele Incicco ‘canta’ ai suoi fans ‘sognamo di sognare i sogni’: cosa sognava Daniele ‘tigno’ bambino?…di fare il calciatore?…il ballerino?…il cantante?

“Da piccolo sognavo di diventare molte cose: calciatore, ballerino, cantante, boxer”.

Tu sei marchigiano, com’è stata l’adolescenza in quel di un paesino fra mare e colline?

“L’adolescenza in campagna è qualcosa di unico, si andava a giocare nel bosco o al fiume, si sviluppava moltissimo la fantasia; non avevamo nulla se non quello che volevamo immaginare. Posso ricordare quel periodo come il più bello della mia vita”.

Quali sono le emozioni da cui ‘difendersi’ che un’artista in ascesa professionale deve affrontare nell’ambito della musica, ad oggi già colma di talenti?

“L’ambizione, concentrandosi solo ed esclusivamente sulla propria ‘missione’ artistica”.

Se la Nazionale Cantanti ti offrisse un ingaggio milionario per andare a giocare in…Lapponia, li lasceresti i LA RUA?

“Nella mia vita i soldi non sono mai stati importanti, poter vivere di musica è la più grande ricchezza che possiedo”.

Qual è il tuo ruolo nella Nazionale Cantanti?

“Sono una seconda punta senza piedi…ma con tanta corsa!”.

Ma ne farai di goal?

“Si, sicuramente”.

Tifi per qualche squadra?

“Sono un milanista ‘sfegatato’ dai tempi di Van Basten”.

Qual è stata l’emozione improvvisa alla notizia che avresti fatto parte della Nazionale Cantanti?

“Guardavo sempre la ‘Partita del Cuore’ da bambino e sognavo di farne parte”.

Nei concerti dei ‘tuoi’ LA RUA lanciate ‘giustamente’ un messaggio rivolto ai più giovani a scegliere di colorare la propria vita in modo sano ‘drogandosi’ di salutari gite in montagna, di mano nella mano con il/la patner, di ‘ti voglio bene’, di cene in famiglia.Il calcio lo consigli in alternativa?

“Il calcio è uno sport, quindi drogarsi di sport è uno dei migliori ‘sballi’ che nella vita si possa avere”.

…il calcio balilla in alternativa a scarpette e pallone?

“Mi piace anche il calcio balilla, ma preferisco correre come un pazzo dietro al pallone”.

Qualcosa sulle due date live di gennaio a Roma e Milano?

“E’ importante esibirci in due città prestigiose d’Italia per portare la nostra musica ed il modo di porci sul palco”.

 

 

 

Angela Balboni


 

 

 

Commenti

commenti