Il ragionier UGO FANTOZZI

Il personaggio del ragionier UGO FANTOZZI, interpretato da PAOLO VILLAGGIO

esce nel piccolo schermo nel 1968; con il semplice titolo di ‘Fantozzi’, primo di una lunga serie della saga per il cinema, nel 1975. Fantozzi rappresenta l’italiano medio anni ’70 con un lavoro da semplice impiegato il quale non ha mai ricevuto nomine o incarichi di prestigio, anzi è spesso deriso dai superiori, chiamato con nomignoli dispregiativi o storpiandone il cognome a recitare Fantocci, Bambocci o Mortacci, il più delle volte coniati dal collega CALBONI.

Fantozzi è stimato e servito dalla fedelissima moglie PINA che lui spesso non sopporta e coccolato dalla scimmiesca figlia MARIANGELA.

Fantozzi ragioniere invecchia negli anni ma la sua vera età rimane un mistero, quasi fosse un supereroe della scrivania, si racconta abbia 103 anni. Basco sempre calzato per un look casual, trasandato canottiera e calzoncini nella realtà di casa Fantozzi,

l’Ugo più maschio, sprigiona tutta la sua sensualità prodigandosi in un ghigno con linguetta a bordo labbro.

Fantozzi è ‘topo’ come segno zodiacale, eternamente innamorato ed idolatrante la SIGNORINA SILVANI futura moglie del collega Calboni

è compagno di avventure del fido Filini e con lui si esprime usando il congiuntivo fantozziano, il ‘lei’.

Gabriele Marangione

 

 

 

 

Commenti

commenti