JACK SAVORETTI

GIOVANNI EDGAR CHARLES SAVORETTI in arte
JACK SAVORETTI

è nato a Londra trentaquattro anni fa da madre tedesco-polacca e padre italiano; ha trascorso l’infanzia in Inghilterra e l’adolescenza tra Svizzera e Italia. Jack è tifoso del Genoa, definisce il suo accento ‘bastardo transatlantico’, è papà di Connie, i musicofili lo definiscono il nuovo Bob Dylan e la critica affianca la sua musica a quella di Simon & Garfunkel. ‘One day’ è cantata dal personaggio di Zack Gilford nel film POST GRAD, ‘Hate and love’ e ‘Soldiers eyes’ sono compresi nelle serie TV ‘Vampire Diaries’ e ‘Sons of anarchy’; nel 2013 Savoretti ha aperto il concerto di Bruce Springsteen all’Hard Rock Calling Festival di Londra.

Nel 2015 arriva ‘WRITTEN IN SCARS’, undici brani in collaborazione con gli autori Sam Dixon e Matt Benbrook, lo stesso team lavora sul successivo ‘SLEEP NO MORE’ del 2016, una lettera d’amore alla moglie Jenna (la Margaret Kingsleigh dell”Alice nel paese delle meraviglie’ di Tim Burton) sotto forma di concept album tra il dubbio di aver perso il fuoco dell’amore alla certezza di aver trovato la via per la felicità.

Jack lo dice anche in un momento del suo concerto: “Subito dopo i trenta, molti miei amici hanno preso la via della passione incondizionata o la responsabilità di una famiglia, con ‘Sleep no more’ io ne canto una terza che le comprende entrambe’. Nel live di Milano si passa dal fischio alla Morricone della title track ‘Sleep no more’ a ‘Not worthy’, ‘When wa were lovers’, pezzo malinconico sulle speranze giovanili, ‘The other side of love’, ‘ Home’, ‘ We are bound’, ‘Start living in the moment’, ‘Any other way’, ‘Helpless’, ‘Only you’, l’acustica ‘Sweet hurt’. La timbrica graffiante del songwriter da voce perfettamente alla sua musica che parte dal cantautorato italiano fino allo spirito libero del folk californiano anni ’60 ammaliando tutti i presenti che seguono il ritmo battendo le mani, intonando a memoria i ritornelli, ballando sulle note più frenetiche, muovendosi appena ai ritmi dolcissimi che non possono che ottenere consensi da lode. Il concerto di Savoretti è stato aperto da THE LEADING GUY, cantautore folk pop che ha realizzato il suo album di debutto ‘Memorandum’ nel 2015 e che attualmente sta lavorando ad un nuovo cd.

 

 

Angela Balboni   

 

Commenti

commenti