LA STORIA DELL’AMORE

Tratto dal bestseller dell’americana Nicole Krauss

‘LA STORIA DELL’AMORE’ (THE HISTORY OF LOVE)

per la regia di Radu Mihaileanu, trattando di sentimenti, solitudine, famiglia, guerra, adolescenza, vecchiaia, morte e ambizione letteraria intreccia diversi piani temporali: gli inizi Novecento, in un villaggio polacco, dove tra ragazzi, Leo, Bruno e Zvi

sono innamorati di Alma Singer ( Gemma Arterton) alla quale Leo Gursky (Mark Rendall) dedica i propri sentimenti tra le pagine del suo libro ‘La donna più amata del mondo’. All’avanzare del nazismo Alma parte per gli Stati Uniti e Leo si arruola nell’esercito promettendo di raggiungerla per sposarla, nell’attesa si terranno in contatto per lettera, lui le allegherà i capitoli del romanzo che sta scrivendo sulla loro storia d’amore iniziata con un bacio rubato dietro ad un albero.

Nel 2006 Leo (Derek Jacobi) è ‘l’ultimo ebreo’ ad abitare a Chinatown, dividendo un edificio fatiscente con Bruno (Elliott Gould)

con cui litiga in yiddish e riversa il proprio rancore accumulato negli anni. In ogni libreria cercherà traccia de ‘La donna più amata del mondo’, manoscritto che gli fu rubato e dato alle stampe da altri. In parallelo, la quindicenne Alma (Sophie Nelisse, già protagonista di ‘Storia di una ladra di libri’), residente a Brooklyn, nel quartiere ebraico di Brighton Beach, verrà a conoscenza dello stesso libro dalla madre e nutrirà il desiderio di sentirsi anche lei ‘La donna più amata del mondo’ lasciandosi trasportare dall’amore adolescenziale dell’amico russo Misha.

L’anziano Leo e la giovane Alma, apparentemente così distanti, grazie ad uno strano gioco del destino si incontreranno a Central Park

scoprendo quanto le loro esistenze siano legate.

Sergio Galuppi

Commenti

commenti