Le MEDITAZIONI

ANNAPANA
Mantenere la propria mente concentrata nel ‘qui ed ora’ in relazione al respiro senza influenzarlo con la volontà.

AUROBINDIANA
Sospendere sentimenti per ciò che accade. Armonizzare vita interiore ed esteriore per costruire una migliore realtà. Preparare la mente a ricevere un Divino.

CHAKRA
Cantare un mantra specifico per ogni chakra o centro di energia.

CONTEMPLAZIONE
Pensare in maniera profonda agli insegnamenti ed eventi presenti nella Bibbia.

EMPTINESS
Svuotare tutte le immagini mentali: pensieri, sentimenti, emozioni alimentando lo spirito e sperimentando la quiete interiore.

HO’OPONOPONO
Recitare un solo mantra per guarire le ferite interiori e ritrovare armonia con la propria anima.

KIN KIN
Svuotare la mente dai pensieri superflui camminando, arrivando a destinazione con la mente molto più lucida rispetto al punto di partenza.

KUNDALINI
Risvegliare l’energia in sospeso sulla base della colonna vertebrale.

MANDALA
Percorrere con l’indice della mano destra le linee perimetrali di forme di disegno tibetane ed eseguire di nuovo il percorso con l’indice della mano sinistra, nel verso opposto.

MERKABA
Praticare diciassette respiri secondo una precisa metodologia e tempistica immaginando il nostro corpo all’interno della figura geometrica tetraedro.

METTA BHAVANA
Iniziare sviluppando una sensazione di benevolenza verso se stessi poi verso ogni essere aiutandosi con la recitazione di parole che evochino cordialità o immaginando di augurare felicità al prossimo.

MINDFULNESS
Concentrarsi sul momento presente consapevoli di come ci si sente percependo pensieri, sentimenti ed emozioni senza giudicare nulla di ciò.

NADA
Focalizzare l’attenzione su una musica rilassante esterna, poi ascoltare i suoni interiori di corpo e mente fino a percepire il suono ultimo privo di vibrazioni detto ‘om’.

NEIGUAN
Unire respiro e mente in tutt’uno visualizzando processi derivanti dal pensiero.

OSHO
Lasciare libero sfogo alle emozioni danzando per apprezzare meglio il silenzio e la calma.

PRANAYAMA
Respirare con l’addome contando fino a quattro, mantenere il respiro per quattro secondi, espirare per altri quattro ed assaporare il vuoto per gli ultimi quattro.

SAMANTHA
Concentrarsi sul respiro e quando arriva un pensiero riconoscerlo come tale e tornare a respirare inducendo una calma dimorante.

SEDUTI CON DIO
Concentrare mente, cuore ed anima sulla presenza di Dio.

TANTRA
Unire la mente ed i sensi nello spazio interno e nel cuore dello spirito, riempirsi di beatitudine e rendersi conto che esiste una sola coscienza in tutti i corpi.

TERZO OCCHIO
Focalizzare l’attenzione sul punto che si trova tra le sopracciglia visualizzandolo ad occhi chiusi per mettere a tacere la mente.

TRASCENDENTALE
Ripetere mantra provenienti dal tantrico in base a sesso ed età.

VIPASSANA
Concentrarsi attraverso il respiro consapevole notando la sensazione dell’addome che si alza e si abbassa e percepire sensazioni all’interno del corpo per una pace interiore.

VISIVA
Fissare lo sguardo su un oggetto esterno, in genere una candela, un’immagine o un simbolo, prima con gli occhi aperti poi chiusi mantenendo la visione dell’oggetto all’interno dell”occhio della mente’.

YOGASUTRI
Ripetere una serie di sutra o aforismi per l’identificazione della realtà metafisica mediante il controllo di mente e corpo fino a giungere alla profonda congiunzione della divinità inferiore per uscire dalle illusioni mentali.

ZAZEN
Concentrarsi sul respiro inalando con il naso e osservando ciò che passa nella mente senza soffermarsi su nulla in particolare.

 

 

 

Agata Verte

 

 

 

 

 

 

Commenti

commenti