LUCA CHIKOVANI

Capelli lisci biondissimi, viso affilato, sguardo maturo e un cuore di ragazzo

capace di far battere quelli di migliaia di fans, con la sua voce ed il suo carisma: LUCA CHIKOVANI, georgiano di nascita e romano d’adozione.

“Mi sono appassionato al web guardando video di Christina Grimmie e Justin Bieber – spiega l’artista – a sedici anni ho aperto il mio canale youtube pubblicando cover registrate nella mia cameretta, ‘Boy Friend’ di Bieber ha raggiunto le 300.000 visualizzazioni in meno di una settimana”.

Cosa rappresenta per Chiko la musica?

“La musica ha un potere speciale, mi fa sognare, riesce ad isolarmi da tutto e da tutti, quando l’ascolto in cuffietta è sempre un bellissimo e magico viaggio”.

Dopo cover di brani di Adele, Shawn Mendes, Lukas Graham, Justin Bieber, come youtuber, realizzate da vero professionista, è arrivato per Luca Chikovani ‘Start’ con le tre cover ‘Love yourself’ di Bieber, ‘R U Crazy’ di Conor Maynard, ‘ Let it go’ di James Bay e quattro iniditi:

“‘START’ è il mio inizio, rappresenta la fase di crescita personale e non. Sono un ragazzo molto profondo ed ho voluto che testi e suoni riescano a trasmettere le emozioni di quando li ho creati”.

‘On my own’: ci sono viaggi che portano lontano chilometri da casa, altri indietro nel tempo per regalare una seconda possibilità. ‘On my own’ lo è stata per te?

“‘On My Own’ è l’ultimo brano dell’album che ho scritto; mi sono seduto in saletta, da solo ed ho sentito il bisogno di svelarmi, raccontare qualcosa di me, della mia storia, coinvolgendo anche mia madre”.

Luca Chikovani e gli instore:

“Per tanti i firmacopie sono noiosi e stressanti, io mi sono divertito molto per ‘Start’, è stato un frangente talmente pieno di soddisfazioni che non ho sentito la stanchezza inoltre ho avuto la possibilità di incontrare coloro che mi hanno permesso di arrivare fin qui e alle quali non smetterò mai di essere grato”.

Tbilisi/Roma/Milano: la vita di tutti i giorni, la vita da artista!

“Una delle cose che mi fa più felice in assoluto è viaggiare ed il mio sogno di fare il cantante che si è concretizzato me lo permette. Ogni giorno, almeno per tre ore suono, canto, provo, sto scrivendo brani nuovi; non posso e non voglio perdere tempo, mi impegno al massimo dando tutto me stesso”.

 Il futuro?

“Sto cercando di vivere più esperienze possibili, ho il desiderio di raccontare molte cose con la mia musica, spero di riuscire a realizzarli tutti i miei sogni ma questo dipenderà da quanto impegno ci metterò. Al momento il mio piano è di rimanere ancora qualche anno in Italia, in seguito vorrei trasferirmi a Londra, conoscere persone e luoghi, poi…il grande passo: andare a vivere a Los Angeles e a 50/60 anni potermi permettere una casa in Georgia, amata patria”. Luca ha partecipato, e ancora lo vedremo, con i suoi colleghi youtuber più famosi

al ‘CREATORS ON THE ROAD’, una sorta di rivisitazione contemporanea del teatro di rivista, non solo performance musicali dei cantanti ma anche intermezzi di brevi commedie musicali e stand up comedy.

Angela Balboni

 

 

 

Commenti

commenti