BIAGIO ANTONACCI Dediche e Manie

Quattordici album in studio, dal primo, ‘Sono cose che capitano’ del 1989

all’ultimo, ‘DEDICHE E MANIE‘ uscito pochi giorni fa,

quattro raccolte arricchite da inediti, otto lavori dal vivo per BIAGIO ANTONACCI

che il prossimo dicembre sarà il protagonista del suo tour 2017/2018 e, a grandissima richiesta, da maggio, nei palazzetti di tutt’Italia. Anticipato dal singolo ‘IN MEZZO AL MONDO’, brano dalle atmosfere anni ’80/’90 che tiene fede allo spirito cantautoriale dell’artista milanese e, a tre anni di distanza dal multiplatino ‘L’amore comporta’, ‘Dediche e Manie’ raccoglie tredici canzoni inedite prodotte ed arrangiate dallo stesso Biagio in collaborazione con Fabrizio Ferraguzzo, Davide Tagliapietra, Placido Salomone e Stefano De Maio. Dalle prime tracce si percepisce il desiderio del cantautore di dare spazio a giovani nomi della scena musicale contemporanea: in ‘MIO FRATELLO’ Mario Incudine, esponente della tradizione folkloristica popolare siciliana duetta con lui usando la tecnica del cunto, in ‘SEI NELL’ARIA’, Laioung influenza con il suo trap in lingua francese, poi c’è ‘UN BACIO LUNGO COME UNA CANZONE’ che Antonacci vede e vedrà ancora dal suo palco, fra il pubblico, ‘STANCO’, appello di chi cerca spazio in un mondo affollato, il ricordo di ‘ANNINA PIENA DI GRAZIA’ ed i brani che parlano d’amore: ‘FORTUNA CHE CI SEI’, ‘ VORREI AMARTI ANCH’IO’, ‘PERCHE’ TE NE VAI’, in apertura ‘IL MIGLIORE’, canto generazionale per darsi la forza, almeno una volta, di potersi sentire il ‘numero uno’.

foto di: J. Hargraves

Sergio Galuppi

Commenti

commenti