OH,VITA Jovanotti

OH,VITA

(quattordicesimo album di inediti, a trent’anni da ‘Jovanotti For President’) scritto da Lorenzo Cherubini e prodotto da Rick Rubin, registrato tra Cortona, Firenze e Malibù, pubblicato in versione standard, vinile e musicassetta, è fiducia nella forza delle canzoni e coraggio di rimettersi in gioco, in un lavoro discografico lontano dagli stereotipi del momento. In ‘Oh, vita’ non c’è più il pop elettronico dei dischi precedenti, c’è aria di hip hop ed i brani sono quattordici: la title track incarna la verità dell’opera fra freestyle e ritornello da mantra collettivo, anche se Lorenzo lo coniuga in prima persona; ‘SBAGLIATO’ è un flusso di due chitarre che attraversa il paesaggio emotivo di un essere umano come un fiume irregolare tra domande senza risposta ed un’irrinunciabile allegria anche quando sfugge il senso delle cose; la romantica ‘CHIARO DI LUNA’, quasi sussurrata, è talmente intima che potrebbe disintegrarsi; ‘IN ITALIA’ è afro beat, funk, ma c’è anche tanta fisarmonica, è una lista di immagini, di facce: ci sono quelle amate, quelle criticate, le vissute e le abitate; ‘LE CANZONI’ è una sorta di manifesto pop sul fatto che la ‘bellezza’ (che, teoricamente dovrebbe salvare il mondo) forse non lo salverà, mentre la ‘libertà’ lo salva in continuazione; …e ancora ‘VIVA LA LIBERTA”: ma cos’è la libertà? Nessuno lo sa, quando c’è si fa riconoscere, poi scappa e bisogna rincorrerla all’infinito; con un sound da cinema ‘NAVIGARE’ è l’emozione di un uomo adulto, marinaio di città; ‘RAGAZZINI PER STRADA’ guarda fuori dal finestrino dell’auto, in qualsiasi città, per accorgersi che c’è sempre qualcuno che ripete il ritmo della crescita; in ‘QUELLO CHE INTENDEVI’ si raccontano quattro storie in bilico tra destino ineluttabile e libertà; la base di ‘SBAM’ è a cura degli Acklejuice Rockers, duo di dj che producono dance hall, Lorenzo ci ha scritto la canzone e Rubin l’ha trasformata in un’emozione da palco; ‘AMOREMIO’ scritto tutto attaccato è una dedica fatta all’altra metà; in ‘PAURA DI NIENTE’ c’è l’amore, la solitudine, la speranza, la vita, i bicchieri rotti dopo una notte che si è ripetuta per tante notti; qualche rima baciata e qualche rima così urgente che dimentica di baciarsi in ‘AFFERMATIVO’ e ‘FAME’ che non è essenzialmente questione di stomaco vuoto. Il dieci dicembre, in 45 multisala del Circuito UCI Cinemas, in tutt’Italia, sarà il ‘Jova day’

con la proiezione di ‘Oh, vita! Making An Album’, docufilm che racconta tutte le fasi della nascita del progetto di Jovanotti. Nei mesi di preparazione di ‘Oh, vita’, parallelamente, Lorenzo ha realizzato il libro-rivista ‘Sbam’:

ottanta pagine in cui, nell’immaginario sembra proprio di entrare nella mente dell’artista e le restanti pagine a firma di nomi famosi che credono nella forza della parola. Da febbraio a giugno partirà il ‘Lorenzo Live 2018’:

nei Palazzetti dello Sport di dieci città italiane, band e cantante si riproporranno in più date per ogni località “Vogliamo suonare fino a non poterne più – dichiara Lorenzo – abbiamo scelto le location e rimaniamo fino a prenderne la residenza”.

Foto di Giovanni Ghidini e Michele Luganesi

Sergio Galuppi

 

Commenti

commenti