PATERSON quando la poesia diventa pellicola

Può l’anima di una poesia donarsi ad un frammento cinematografico per creare un’emozione?. Questo ha fatto, nella sua doppia sensibilità, il regista JIM JARMUSCH

nel suo ultimo film ‘PATERSON’ presentato in concorso al Festival di Cannes 2016.

Paterson è un autista di pullman che conduce una vita ordinaria fatta di riti quotidiani e piccole emozioni presenti, ogni giorno nella sua routine: attraversa il solito percorso, analizza la città osservandola dal parabrezza del suo mezzo di lavoro, ascolta le conversazioni delle persone che lo circondano, si ferma in un bar a bere una birra, passeggia con il suo cane a fianco, e…scrive poesie. Lo stesso Paterson, terminato il lavoro ritorna a casa dalla moglie Laura.

Il mondo della donna è fatto di sogni e di progetti: apprezza silenziosamente il talento del marito, ma vive in un ambiente continuamente in fermento, lui ne è consapevole, è dalla sua parte, la ama ed è ricambiato con un amore delicato, poetico, tra lo sfacelo contemporaneo di una città legata tanto a costumi e mode, da non lasciare spazio alla poesia stessa. Il cast, apprezzato da critica, è composto da: ADAM DRIVER, CHASTER HARMON, GOLSHIFTEH FARAHANI, BARRY SHABAKA, HENLEY WILLIAM, JACKSON HARPER, RIZWAN MANJI.
Rosa Elenia Stravato

Commenti

commenti