SHAMELESS prima stagione

SHAMELESS US è il remake di una serie televisiva britannica dallo stesso nome.

In onda in America sull’emittente Showtime, nel 2009 è stata sviluppata dalla HBO in accordi con John Wells e trasmessa in Italia in prima visione dal canale Pay Mya tra l’ottobre e il dicembre 2011, in chiaro, da maggio ad agosto 2013 su La5. Con l’8a in produzione, Shameless è composta da 8 stagioni da 12 episodi ciascuna, con sigla di apertura il brano ‘The luck you got’ degli The high strung, la serie è ambientata nell’Illinois e racconta le vicende umane della famiglia Gallagher

di cui FRANK GALLAGHER ( WILLIAM MACY doppiato da SAVERIO INDRIO) è il capostipite:

LIAM GALLAGHER (interpretato dai gemelli BLAKE ALEXANDER e BRENNAN KANE JOHNSON) è il più piccolo,

FIONA GALLAGHER (EMMANUELLE GREY ‘EMMY’ ROSSUM doppiata da DOMITILLA D’AMICO), la maggiore.

Durante una serata in discoteca con l’amica e vicina di casa VERONICA FISHER (SHANOLA HAMPTON doppiata da ROSSELLA ACERBO)

Fiona farà la conoscenza con JIMMY/STEVE LISHMAN (JUSTIN CHATWIN doppiato da EMILIANO COLTORTI) ragazzo di buona famiglia dedito però al furto d’auto.

PHILLIP RONAN GALLAGHER (LIP) (JEREMY ALLEN WHITE doppiato da DAVIDE PERINO)

figlio maggiore di Frank ha dei sospetti sulla vera natura sessuale del fratello IAN CLAYTON GALLAGHER (CAMERON MONAGHAN doppiato da MANUEL MELI).

Fiona, nonostante i regali di Steve, innamoratissimo di lei, frequenta Tony il poliziotto del quartiere e zia Ginger Gallagher, morta dodici anni prima, ma viva su carta per Frank, tanto da riscuoterne la sua pensione, viene ‘rimpiazzata’ da un’anziana della casa di riposo della città per confermare alla sanità le parole di senior Gallagher. Nella serie arrivano i Milkovich che con MIKHAILO ALEKSANDR MILKOVICH ‘MICHEY’ (NOEL FISHER doppiato da MIRKO CANNELLA)

andrà definendosi per Ian la sua scelta sessuale. Tornata assieme a Steve, Fiona assiste ai turbamenti adolescenziali dei fratelli minori e alle loro drastiche reazioni: DEBORAH GALLAGHER ‘DEBBIE’ (EMMA KENNEY doppiata da SARA LABIDI)

che addolorata dal ritorno nel centro per anziani della ‘falsa’ zia Ginger, ‘rapisce’ inconsciamente un bambino e CARL FRANCIS GALLAGHER ‘CARL’ (ETHAN CUTKOSKY doppiato da FRANCESCO FERRI)

rischia l’espulsione da scuola per atti di bullismo. Anche se in segreto già sposato, KEVIN BALL ( STEVE HOWEY doppiato da ROBERTO GAMMINO)

chiede la mano di Veronica a conclusione di un matrimonio simbolico. Frank, trasferitosi a casa di SHEILA JACKSON (JOAN CUSAK)

madre di KAREN JACKSON (LAURA SLADE doppiata da VERONICA PUCCIO)

funge da padre momentaneo per la ragazza recandosi agli appuntamenti con gli insegnanti, in cambio di una copertura a difesa di malviventi che per un prestito avuto e mai saldato lo vogliono morto. Kev e Vi accolgono Ethel, un’adolescente iper religiosa dai panni ottocenteschi ed il figlio Giona in affido temporaneo, la delicatezza della situazione farà scaturire nell’uomo il desiderio di diventare padre. Mentre Steve mette a conoscenza Debbie dell’idea di acquistare una casa in cui vivere con Fiona, Frank escogita di tutto pur di non lavorare: resterà sobrio per due settimane per un compenso di 3000 dollari; Carl e Debbie si stanno affezionando troppo ad un padre che non sarà mai quello che vorrebbero, presente e attento alle esigenze che la loro giovane età richiede, contro la sua volontà gli fanno ingurgitare wodka facendogli perdere l’agognato premio. Per incassare una polizza a Frank serve la firma della moglie MONICA JEAN (CHLOE WEBB)

(al momento impegnata in una relazione bisex con la camionista di colore Roberta). La donna resterà per un po’ con la famiglia cercando di fare, con risultati pessimi, la madre, mentre Fiona, dalla casa accanto dove vive con Steve seguirà il tutto a distanza. Il padre di Karen, sconvolto ed umiliato nella consapevolezza di aver cresciuto una figlia degenerata, si suicida e Steve in fuga dalla legge per via dei numerosi furti chiede a Fiona di andare con lui in Costarica, la ragazza indecisa se ascoltare il suo cuore o rimanere per amore della sua famiglia sceglierà quello per la quale ha lottato e creduto per tutta la vita: i Gallagher.

Gabriele Marangione

 

 

Commenti

commenti