SLEDDOG Luca Fontana

Lo SLEDDOG o SLED RACING o DOG SLED RACING, ovvero la corsa con cani da slitta

è uno sport invernale praticato con slitte trainate da cani:

Siberian Husky, Alaskan Malamude,  Samoiero o Groenlandese, guidate dal conduttore chiamato MUSHER. Le categorie dello SLEDDOG SU NEVE sono:

SLEDDOG o SLITTA TRAINATA da 2/4/6/8 o più cani, SKIJORING o SCIATORE di SCI DI FONDO con cane e pulka scandinava o SCIATORE di SCI DI FONDO con uno slittino tra sé e il cane. Lo sleddog è suddiviso il quattro specialità: SPRINT, MEDIA DISTANZA, LONG TRAIL, STAGE RACE come la famosissima ‘La Grande Odyssee’. In mancanza di neve è possibile correre anche su sterrato nelle categorie:

DOG TREKKING o CORSA A PIEDI con uno o due cani, BIKE JORING o CORSA IN BICICLETTA con uno o due cani, DOG SCOOTER o CORSA CON MONOPATTINO a ruote grandi con uno o due cani, CART o CORSA CON CARRELLO a 3 o 4 ruote trainato da 2/4/6/8 o più cani. LUCA FONTANA è un allevatore di Frassinoro, in provincia di Modena (Emilia Romagna), di cani da slitta e musher.

“La decisione di allevare cani da slitta parte dall’amore per questi stupendi animali a quattro zampe; portarli allo sleddog su neve, sport per cui sono stati selezionati, è una condivisione di emozioni che scaturiscono dalle corse, la visione di paesaggi mozzafiato – spiega Luca – prendersi cura di un Siberian o di un Alaskan vuol dire farlo 365 giorni all’anno, mettendo al secondo posto ferie, malattia ed impegni quotidiani dell’allevatore e dei suoi eventuali collaboratori. Gli allenamenti alle corse richiedono una costanza quasi giornaliera di qualche ora, tra settembre e marzo, fino a 10 ore al giorno, da dicembre. Lo scorso anno, in Austria, ho partecipato, con i miei cani, alla NOCKBERGE LONG TRAIL, a gennaio al TROPHE SANTE VET de LA GRANDE ODYSSEE e a marzo 2017 sarò con il mio staff in Svezia per il 300 km della POLARDISTANS. Le emozioni che porterò nel cuore sono tante e bellissime, ricorderò per sempre la prima gara, i preparativi alla partenza in terra straniera, con il cuore in gola, attendendo con ansia dopo ore di viaggio, lo scattare dei cani, della slitta, le incitazioni e gli applausi del pubblico ed i nostri compagni pelosi, veri protagonisti di tutte queste sensazioni a pelle”.

Angela Balboni

 

 

 

 

Commenti

commenti