ABITUDINARIO & GEMMA

Avevo un pesciolino
regalatomi da zio Pino.

L’ho messo nell’acquario,
l’ho chiamato Abitudinario.

Si svegliava tutte le mattine alle otto:
corto, dai mille colori e tracagnotto.

Adorava i granuli, le larve di zanzara
….una volta ho provato con la carbonara!

Mangiava, tranquillo nuotava e felice mi guardava,
la vita ‘bagnata’ lo affascinava.

Poi è arrivata la gatta Gemma
e per Abitudinario è iniziato il dramma.

Dal vetro della sua casa, il pesciolino ne aveva timore,
non avrebbe mai più nuotato con ardore.

Alba Di Notte

Commenti

commenti