ALBORI

Dal toponimo incerto che richiama ‘albola’ (sorgente di acqua minerale), ‘albolo’ (personaggio longobardo), ‘arvo’ (argonauta al seguito di Giasone), ‘albor’ (alberi per costruire navi), ALBORI

è la frazione più piccola di Vietri sul Mare, in provincia di Salerno, nella regione della Campania. All’interno di un’insenatura che si sporge, sul monte Falerio, proiettandosi sulla costa Amalfitana, abitano 350 persone. Fin dal medioevo si è sviluppato l’artigianato delle ceramiche

con la caratteristica pasta vetrosa policroma, decorata a fantasia, con riferimento all’arte islamica. Nella ‘terra dei limoni’ detti ‘sfusati’

il loro succo e profumo è artefice del famoso limoncello della costa Amalfi.

Sulla tavola di Albori, le ‘penne alla cuppitiello’

con salsa di verdure di stagione e, caratteristiche crocchette di patate agrodolci, in agosto si festeggia la ‘Sagra delle palle di ciuccio’

con sfilata degli asini da Albori a Raito. Dedicato a Virginia Woolf

scrittrice, saggista ed attivista inglese, il Premio Albori, nato come semplice evento letterario, si è trasformato, negli ultimi tre anni, in Gran Galà della cultura.

Paola Vezzani

 

Commenti

commenti