ALICE CAIOLI

ALICE CAIOLI, ventidue anni, di Sant’Agata Militello (Messina): legami con la sua terra, la Sicilia!?

“E’ un legame molto forte, sentito come cognizione di famiglia, oltre che nei confronti del territorio”.

Nel brano sanremese ‘Specchi rotti’ canta del suo vissuto in relazione al mancato rapporto con il padre. Se, davanti allo specchio c’è una donna vigorosa, la sua vera essenza è a pezzi: i genitori, nella loro soffocante presenza o inspiegabile assenza possono traumatizzare un figlio?!

“Certamente, in entrambi i casi. L’assenza di un caro, nei momenti più complessi del vivere di un giovane influenzeranno le sue passioni, le scelte, le interrelazioni ed il carattere”.

Nelle Nuove Proposte, al Festival di Sanremo 2018, si è aggiudicata il Premio della Sala Lucio Dalla. Cosa è per lei, la musica di Lucio?

“Lucio Dalla è un’istituzione, è da considerare, in Italia, un tesoro unico in fatto di cantautorato dai costanti stimoli ed orizzonti musicali. Con grande orgoglio ho ricevuto il Premio in onore di Dalla, realizzato da radio e televisione”.

Nel 2012 è stata campionessa di ballo latinoamericano: quali sono le emozioni che trasmette un passo a due rispetto ad una melodia su rigo?

“Il ballo e la musica si esprimono, si vivono, in modo diverso: quando sono triste, ad esempio, la voce, per cantare, non arriva, si blocca, nella danza si sprigiona tutta l’energia fisica, ci si sfoga”.

Ha molti tatuaggi sul corpo, sul braccio ha un microfono ed una scritta ‘come si fa ad amare per sempre’ (verso anche di una sua canzone): una domanda dalle mille risposte?

“E’ una domanda astratta, probabilmente quello che tutti vorrebbero scoprire!”.

‘#NEGOFINGOMENTO’…in amore?

“Ho scelto questo titolo per l’album. E’ un porsi, verso se stessi, verso gli altri, per nascondere spesso le proprie fragilità”.

‘Non ne posso più’: un brano che sa di cono all’amarena, ombrelloni, sorrisi ed amori estivi?

“..cosa sarebbe la vita, senza amori estivi?!!”.

E’ importante vedere oltre l’apparenza, in una donna? (dai versi della sua canzone ‘Diva’)?

“A volte la bellezza può far soffrire. Non si deve mai lasciarsi condizionare dai pareri altrui!”.

Se cambiasse il mondo, come recita il testo di una sua canzone, chi sarebbe Alice Caioli?

“Sarei sempre la stessa persona, autentica e sincera!”.

Angela Balboni

Commenti

commenti