ASCOLI

Fondata da dodici giovani ascolani, nel 1898, l’ASCOLI CALCIO è stata la prima squadra marchigiana a raggiungere, negli anni ’70, la Serie A

e, ad oggi, vanta 16 partecipazioni al massimo Campionato, con in Palmares: 2 Campionati di Serie B, 1 Supercoppa di Serie C1, 1 Campionato di Serie C1 e un Torneo di Capodanno 1980/1981. Giocando partite casalinghe presso lo stadio Cino e Lillo Del Duca

il 18 luglio 2018, la società ha comunicato il cambio di denominazione da Ascoli Picchio ad Ascoli Calcio 1898 FC Spa. La divisa dell’Ascoli prevede maglia a strisce verticali bianconere

abbinata a calzettoni e calzoncini bianchi. Tradizione introdotta negli anni 2000, è previsto che, in occasione del turno casalingo più vicino al 18 dicembre (anniversario della scomparsa dello storico Presidente Costantino Rozzi) l’Ascoli scenda in campo con calzettoni rossi

(in ricordo di quelli indossati dall’uomo, per scaramanzia). Lo stemma è composto

da un castello su sfondo rosso, nella parte sinistra, una palatura, bianconera, nella parte destra e una bandiera italiana su sfondo bianco con dettagli societari. Migliore marcatore, con la maglia dell’Ascoli, Walter Casagrande

e, portiere, nella stagione 2006/2007, Gianluca Pagliuca.

L’allenatore Vincenzo Vivarini

schiera in rosa:

MILINKOVIC, D’ELIA, PADELLA, BROSCO, VALENTINI, CASARINI, CAVION,FRATTESI, CICIRETTI, SAVIC, BERETTA.

Gabriele Marangione

Commenti

commenti