CESARE CREMONINI

E’ partito il 15 e si è concluso lo scorso 26 giugno 2018 il suo ‘CREMONINI STADI 2018’: un debutto importante per

CESARE CREMONINI, nello stadio della sua città, reso ancora più significativo dal fatto di essere il primo artista bolognese ad esibirsi nello spazio felsineo dai tempi dello storico concerto del 1979 Dalla-De Gregori, tour che ha interessato, inoltre

Lignano, Milano e Roma, registrando il sold out in tutte le quattro date, per un totale di più di 150.000 presenze. La carriera di Cremonini è iniziata sui banchi di scuola con la canzone

‘QUALCOSA DI GRANDE’ e vanta un disco con i Lunapop, sette lavori discografici da solista, compreso l’ultimo

‘Possibili Scenari’ e un doppio album di Greatest Hits. Attraverso un viaggio morbido fatto di spensieratezza e malinconia, ricalcando vent’anni d’arte, con il look da Broadway, di Cesare, intriso di brillantini e paillettes sopra jeans neri, fino alla giacca leopardata, il pianoforte di ‘Cercando Camilla’ ha preparato la vera grande apertura degli show, su ‘Possibili Scenari’, abbracciando il pubblico

con una pioggia di stelle filanti e

la grafica della copertina riprodotta a grandezza palco. La scaletta emoziona con ‘Kashmir Kashmir’, storia di un rifugiato con la passione per la danza, che fugge dal Kashmir indossando i suoi mocassini e continua in un’alternanza di brani pop cari ai fans: ‘Padre Madre’, inno ai famigliari, ‘Il comico (sai che risate)’, ‘Latin Lover’, in cui Cesare regala ancora una volta ai cuori presenti, il suo inesauribile romanticismo, ‘Buon Viaggio (Share The Love)’ che esorta al sentimento dell’amore e ‘Lost in the weekend’ dove l’amore resta la soluzione a tutti i problemi. Nella parte centrale, il set acustico con pianoforte (‘Figlio di un re’, ‘Una come te’, ‘Vieni a vedere perchè’, ‘Le sei e ventisei’) richiama un Cremonini intimo al suo pubblico a cui sorride lasciando che intoni ritornelli con lui. Dopo le conosciutissime ‘Mondo’ e ‘Logico’, Cremonini imbraccia la chitarra in ‘Dev’essere così’, canzone che sa di freschezza e magia, la stessa magia di ‘La nuova stella di Broadway’. In chiusura le toccanti ‘Marmellata #25’, ‘Poetica’ e ‘Nessuno vuole essere Robin’; immancabile la vespa

di ’50 Special’ e ‘Un giorno migliore’ a concretizzare il sogno da ragazzino e il punto d’arrivo di un’intera carriera di Cesare Cremonini

negli stadi.

Foto: Giovanni Gastel

Filomena Compagno

Commenti

commenti