CLAUDIO LAURETTA

CLAUDIO LAURETTA

classe ’70, di Novi Ligure, attore teatrale, comico e imitatore dalla giovane età. Dopo il Premio del Pubblico, nel 1995, Ricci lo chiama per partecipare a ‘Striscia la notizia’!



“Già da bambino mi piaceva imitare dei personaggi e dai 24 anni, la passione è diventata qualcosa di più, migliorando, in ogni performance, oltre alla voce, anche l’atteggiamento e l’espressione facciale. A Striscia la notizia ho portato Antonio Di Pietro

(segretario dell’Italia dei valori) politico che, prima di me non aveva mai imitato nessuno. Da lì il sodalizio con Striscia è continuato fino al 2001 portando i volti di Gianfranco Vissani (gastronomo) e Oscar Luigi Scalfaro (nono Presidente della Repubblica)”.

Parodie di personaggi al Maurizio Costanzo Show e da Chiambretti!

“Quando sono andato al Costanzo ancora facevo di professione il vetraio nella mia azienda di Tortona e le parodie erano un hobby, da Chiambretti, tra il 2004 e il 2005, mi sono trovato a duettare con il vero Di Pietro e questo, per un imitatore, è un premio notevole che conferma un’alta professionalità”.

Radio Deejay e ‘Ciao belli’: format della trasmissione radiofonica?!

“Digei Angelo e Roberto Ferrari sono gli speaker, io il comico e porto ai microfoni i miei vari personaggi da Luca Giurato ad Antonino Cannavacciuolo, con la complicità di Nicola Savino e Albertino”.

Ma Vittorio Sgarbi sa che lo imita?

“Essendo stata, il 4 gennaio 2018, l’ultima puntata di Colorado, la produzione ha voluto omaggiare questa interpretazione di Sgarbi portando sul palco il vero Sgarbi in carne e ossa”.

Matteo Renzi VS Donald Trump, vestiti da Claudio Lauretta: come nasce una satira politica televisiva/teatrale considerato il già seguitissimo ‘Crozza’?

“Quando la produzione richieda personaggi specifici, si adattano di conseguenza al taglio della trasmissione, al tipo di pubblico presente in sala. Non c’è mai una satira graffiante: Trump lo faccio parlare in lingua italiana con la voce di Pozzetto e a Renzi ho dato un tratto che ricorda la furberia incarnata da Sordi in alcuni suoi film”.

Emozioni per la partecipazione a ‘Italia’s got talent’, con l’appoggio del piccolo Martino Lauretta, che, a soli dieci anni, co-protagonista della fiction con l’Incontrada e Insinna, segue le orme attoriali del papà!

“Mi ha iscritto mio figlio alla trasmissione, con motivazione ‘voglio vedere papà fare imitazioni, senza trucco’ (ossia senza indossare parrucche o oggetti di scena)”.

Com’è presente nella fiction ‘Sky 1993’ (con Stefano Accorsi)?

“Doppio le interpretazioni dei politici, da Bossi a Minoli fino a Berlusconi”.

Impegni imminenti?

“Con il maestro Sandro Picollo porterò in tour il mio one man show ‘Mister Voice’ che racchiude una trentina di imitazioni di personaggi noti a partire dal grande Renato Pozzetto”.

Angela Balboni

Commenti

commenti