CROQUET Alberto Agostini

Il croquet

è uno sport che può essere praticato individualmente o a squadre per un massimo di quattro giocatori che manovrano sia le proprie bocce che quelle dell’avversario per segnare punti e allo stesso tempo ridurre le possibilità dell’avversario di fare altrettanto. Il gioco consiste nel far passare

una boccia colpita da una mazza sotto sei porte disposte a formare un percorso al termine del quale si deve colpire in picchetto. La partita viene vinta da chi per primo finisce il percorso con entrambe le palle a disposizione oppure da chi segna il maggior numero di punti in un tempo concordato. In Italia i giocatori della disciplina sono seguiti dalla

Federazione Italiana Sport Croquet.

Alberto Agostini, lei pratica il Golf-Croquet GC, ci vuole spiegare meglio in cosa consiste?

“Trattasi della versione più moderna del croquet. Si gioca sullo stesso campo dell’AC ma la differenza consiste nella presenza simultanea sul campo di due giocatori (incontro singolare) o quattro (incontro di doppio) che si sfidano in match play (da qui la definizione di golf-croquet) in una partita che si disputa al meglio dei 13 archetti vinti seguendo un percorso stabilito. Il giocatore vince l’archetto quando una delle sue palle passa completamente attraverso l’archetto nella direzione del percorso stabilito. A quel punto si va all’archetto successivo. Il primo giocatore che vince 7 archetti ha vinto la partita. Le partite possono terminare con punteggi che vanno dal 7-0 (in questo caso la partita termina dopo il 7° archetto) fino al 7-6 (terminante al 13° archetto)”

Con quante palle si gioca?

“Si gioca con quattro palle di diverso colore: blu, rossa, nera, gialla. Nel singolare ogni giocatore ha a disposizione due palle (nel doppio una ciascuno). All’inizio della partita viene effettuato il sorteggio per la scelta delle palle: il vincente giocherà con le palle blu e nera mentre l’avversario con la rossa e la gialla questo perchè la prima palla che viene giocata è la blu, con il vantaggio del primo tiro, quindi seguirà la rossa, poi la nera ed infine la gialla e questa sequenza verrà rispettata per tutta la partita”

Lei gioca in singolare o in doppio?

“Entrambi anche se preferisco il singolare”

Il tracciato lo si fa prima in andata poi in ritorno?

“Dipende da come finisce la partita, cioè : se termina 7-0 significa che il percorso termina al 7° archetto e quindi essendoci 6 archetti sul campo si è fatto solo il percorso di andata più 1 archetto di ritorno. Se termina 7-6 si è fatto il percorso di andata e ritorno (12 archetti) più il 13°. Per gli altri punteggi intermedi (7-1, 7-2, 7-3, 7-4, 7-5) il percorso si ferma rispettivamente all’8°, 9°, 10°, 11°, 12° archetto”

Quando il giocatore ha diritto ad un secondo tiro?

“Ogni giocatore deve colpire con la propria mazza solo le proprie palle (se colpisce quella dell’avversario è fallo) e bisogna rispettare sempre la sequenza del tiro: blu, rossa, nera, gialla. Naturalmente si può, anzi si deve colpire la palla dell’avversario con la propria palla per impedirgli di segnare un punto. Si ha diritto a ripetere un tiro se l’avversario commette uno specifico fallo di gioco”

Quali sono i falli di questo gioco?

“Colpire con la propria mazza la palla dell’avversario, colpire la propria palla o quella dell’avversario con qualsiasi parte del corpo, fare un doppio tocco della propria palla, colpire il terreno con la mazza, sbagliare la sequenza di tiro, colpire la palla con gli spigoli della mazza”

Che premi ha ricevuto?

“Ho vinto il titolo italiano singolare e doppio nel 2012, il torneo anglo italiano di doppio nel 2013, il titolo italiano di singolare nel 2013, 2014, 2015, 2017, 2018. Negli stessi anni dei titoli tricolori ho vinto la ‘Coppa del Serchio’: torneo singolare di golf-croquet aperto a giocatori di tutto il mondo (open Italia) organizzato dal Circolo Lucchese Croquet con la supervisione della Federazione Italiana Sport Croquet valevole come tappa del Circuito Europeo Master”

Angela Balboni

Commenti

commenti