EMIL

‘EMIL’

è una serie televisiva programmata nei primi anni settanta, tratta dai romanzi

dell’autrice svedese Astrid Lindgren. Proposta per una stagione comprende i tredici episodi: ‘PICCOLA, CARA FALEGNAMERIA’, ‘LA TESTA NELLA PENTOLA’, ‘UNA FESTA BEN RIUSCITA’, ‘UNA COMETA IN ARRIVO’, ‘UNA FESTA PER I POVERI’, ‘ALL’ASTA PER ACQUISTI’, ‘LA MUCCA IMPAZZITA’, ‘TIFO DIPINTO IN BLU’, ‘UNA BUIA DOMENICA D’INVERNO’, ‘A PESCA DI GAMBERI’, ‘IL PORCELLINO AMMAESTRATO’, ‘UBRIACATURA DI CILIEGIE’, e ‘UN’IMPRESA MEMORABILE’ e, ambientata in una fattoria del villaggio di Lonneberga, nella regione dello Smaland, alla fine del secolo XIX, ha come protagonista

Emil Svensson (Jan Torsten Ohlsson) un ragazzino discolo, figlio di Alma

(interpretata da Emy Storm) e Anton

(interpretato da Allan Edwall) che, a causa delle sue continue birichinate viene chiuso in castigo nella falegnameria di famiglia

dove trascorre il tempo intagliando statuine di legno.

Emil ha una sorellina di nome Ida

(interpretata da Lena Wisborg) ed è affezionatissimo al maialino

Briciola. Altri personaggi della serie sono:

il garzone Alfred (Bjorn Gustafson) e la servetta Lina (Maud Hansson) e l’anziana Tata Marta (Karsta Lock) la quale è solita raccontare ai bambini del villaggio storie di fantasmi. La serie si chiude con un atto eroico da parte di Emil che, per le malefatte sarà perdonato.

Sergio Galuppi

Commenti

commenti