FARFALLA Macaone

Il nome ‘MACAONE’ (Specie Papilio Machaon, Famiglia Papilionidae)

è stato attribuito ad una farfalla, in ricordo di uno dei pretendenti greci di Elena di Troia. Diffuso nel bergamasco, nel lecchese e sull’appennino emiliano, il lepidottero inizia la sua vita all’interno dell’uovo

deposto generalmente sulla pianta nutrice; con il progressivo sviluppo della larva, le uova assumono una colorazione nera. In seguito a tre mute, il bruco raggiunge la lunghezza massima di sei cm ed è di colore

azzurro-verde, con un motivo ad anelli neri punteggiati di arancione. Altra fase della futura farfalla, l’impupamento, all’interno della crisalide, legata da un reticolo di seta ad un ramo o superfici inerti

di colore verde o bruno. Nel giro di 10/15 giorni la crisalide sfarfalla

e il macaone si mostra nei suoi colori

con un’apertura alare fino a otto cm.

Anna Magnano

Commenti

commenti