FRANCESCA MICHIELIN

Il primo è

‘Riflessi di me’, mentre ‘2640’

è il nuovo album di FRANCESCA MICHIELIN, partita dalla

quinta edizione di XFactor e arrivata, in questo 2018, a far respirare il pianeta, di musica (200.000 streaming del disco si traducono in un albero piantato in Kenya, a proprio nome). Tre Wind Awards, cinque volte disco di platino con ‘Magnifico’, in coppia con Fedez, seconda a Sanremo con ‘Nessun grado di separazione’, il brano ‘Almeno tu’ nel film per il grande schermo ‘Piuma’: questi alcuni dei traguardi artistici raggiunti in pochi anni dall’esordio per Francesca. Dopo il tour nei principali club italiani, la Michielin è protagonista delle line up dei più importanti festival musicali: Milano, Cremona, Roma, Cattolica, Pescara sono alcune delle città che l’hanno vista cantare le proprie canzoni con un pubblico entusiasta a fare da coro

a cui seguiranno Zafferana, a luglio, Lignano, ad agosto e Treviso a settembre. In ogni tappa, Francesca Michielin porta non solo il 2640 di ‘Tropicale’, ‘Io non abito al mare’, ‘Bolivia’, ma brani cari ai fans come ‘Un cuore in due’ o ‘Battiti di ciglia’. Come una sorta di manifesto è ‘Comunicare’, la canzone che apre il concerto:

Francesca sale sul palco imbracciando il basso, subito dopo la sua band

(Eugenio Cattini alla chitarra, Luca Marchi al basso e Maicol Morgotti alla batteria). La cantautrice e polistrumentista suonerà anche chitarra, tastiere, timpani e TC helicon. L’aspetto scenografico dei live, fortemente stilizzato, ruota attorno al logo del disco con i tre triangoli simbolo

(il Vulcano, rosso, come le parole più dure da comunicare, il Mare, blu, caotico, da ascoltare e la Montagna, verde, dove si arriva in cima solo provando ad immaginare). Ritmo elettronico per ‘Lontano’ e ‘Distratto’

parentesi intimistica al pianoforte con ‘E se c’era…’, ‘Scusa se non ho gli occhi azzurri’, ‘Alonso’, in cui Francesca rivela essere canzoni legate a momenti particolari, felice di poterle condividere con il suo pubblico, in chiusura su ‘Amazing’ e ‘Monster’ ed un palco che si tinge di rosso sulle note di

‘Vulcano’.

Angela Balboni

Commenti

commenti