FRONTE DEL PORTO

0
33

Nel 1954 ‘Fronte del porto’

arrivava nelle sale cinematografiche, diretto da

Elia Kazan ed interpretato da

Marlon Brando, aggiudicandosi otto Premi Oscar, tra cui il riconoscimento come miglior film: l’ex pugile Terry Malloy, dopo aver lavorato per il capo della malavita Johnny Friendly, sentendosi colpevole, decide di redimersi, impegnandosi a favore dell’emancipazione dei lavoratori dei porti di New York

sostenuto, in questa importante svolta della sua vita, dalla giovane studentessa Edie

e dal sacerdote Barry.

I panni di Brando, nell’adattamento teatrale di Enrico Ianniello e la regia di Alessandro Gassman

li veste DANIELE RUSSO

affiancato da ANTIMO CASERTANO, ORLANDO CINQUE, VINCENZO ESPOSITO, ERNESTO LAMA, DANIELE MARINO, BIAGIO MUSELLA, EDOARDO SORGENTE, PIERLUIGI TORTORA e

FRANCESCA DE NICOLAIS e l’ambientazione con la baraccopoli di Calata Marinella, la chiesa del Carmine, e i profili di grosse navi al molo Bausan è quello della Napoli dei primi anni ottanta, tra i colori della moda casual, una musica d’impatto ed il dialetto tipico del sud. La città, nella sua organizzazione criminale che non guarda in faccia a nessuno, si riscatta, attraverso il coraggio di un uomo che vi ha fatto parte

e che, dopo aver assistito a soprusi, pestaggi ed eliminazioni intenzionali

decide di intraprendere un cammino verso la legalità e la giustizia. Sullo sfondo della scenografia portuale, un uomo che avanza, orgoglioso.

Foto: Mario Spada
Angela Balboni

Commenti

commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here