GERACI SICULO

Risalente al medioevo, GERACI SICULO

è un comune di 1823 abitanti, situato in provincia di Palermo, in Sicilia. Il borgo è dedito all’agricoltura e alla pastorizia, la principale attività economica è lo stabilimento per la raccolta e l’imbottigliamento dell’acqua minerale proveniente dalle fonti delle montagne geracesi. Le chiese  più famose sono: di San Giacomo

dei Cosma e Damiano, del Collegio di Maria, San Francesco, di Santa Maria La Porta, di Santa Maria della Cava

Chiesa Madre. Sopra ad una roccia arenaria sono visibili gli antichi resti del

Maniero dei Ventimiglia. All’interno del Parco delle Rimembranze si trova l’opera dello scultore Tommaso Geraci raffigurante Massimiliano Kolbe, Salvo D’Acquisto e Mahatha Gandhi. Tramandata dal 1643 e festeggiata ogni sette anni, a luglio, la tradizionale

cavalcata dei pastori (A CARVACCATA DI VISTIAMARA) come forma di ringraziamento per l’attenzione dimostrata da Dio, verso i pastori, è una sfilata a cavallo, dall’abitazione del ‘cassiere’ alla Chiesa madre. La ‘GIOSTRA DEI VENTIMIGLIA’

è una manifestazione che fa parte dell’evento ‘Madonie e tradizioni nobiliari e contadine’ finalizzato alla valorizzazione della cultura e della tradizione siciliana, si svolge i primi giorni di agosto e consiste in sfilate in costume, giochi cavallereschi, simulazione di falchi in caccia, assaggi di cucine d’epoca medioevale. Piatti tipici di Geraci Siculo, la ‘Sasizzedda ca addauro’ (salsiccia con carne tritata avvolta in foglie di alloro) e

‘a pittrina ca fasula’ (castrato al sugo con la fagiola verde).

Paola Vezzani

 

Commenti

commenti