GERMANO DAL FIATO PUZZOLENTE

Non ricordo che cosa, di nascosto, avesse mangiato!
…se non ben digerito.

Germano puzzava a parlare.
Germano puzzava nel pensare.

L’igiene era giornalmente una fatica.
…non mi andava di essergli amica.

Era un ragazzino ripetente:
cialtrone, bugiardo e arrogante.

Germano dal fiato puzzolente
seduto al suo banco, con la mente era assente.

Mi disse che voleva essere il sole,
odorare di buono e fare mille capriole.

Alba Di Notte

Commenti

commenti