IL POSTO DELLE FRAGOLE

‘IL POSTO DELLE FRAGOLE’

è un film del 1957 diretto da Ingmar Bergman: l’illustre professor Isak Borg, insignito di un prestigioso premio accademico sceglie di andare a ritirarlo in auto, accompagnato dalla nuora Marianne;

nella notte un incubo lo aveva turbato. Una deviazione dell’itinerario conduce i due alla casa dove Isak ha vissuto per vent’anni e i ricordi portano l’uomo a Sara, la cugina amata, intenta a raccogliere fragole. Di nuovo in viaggio, una giovane, che soniglia molto a Sara chiede a Isak un passaggio per sè e due suoi amici.

Lungo l’itinerario si trova la casa della madre ultranovantenne di Isak: la donna lamenta solitudine anche se attorniata spesso da nopoti e pronipoti. Di nuovo in viaggio Isak si addormenta venendo colto da un altro incubo e al risveglio dice a Marianne ‘sono morto pur essendo vivo’. Arrivati a casa di Evald inizia la cerimonia tra squilli di tromba e il suono delle campane. Isak tratta gentilmente la governante, cerca di far riconcigliare la nuora con il figlio e quando si addormenta ricorda i momenti felici dell’infanzia.

Edith Gasparini

Commenti

commenti