JOVANOTTI

Il nuovo show di JOVANOTTI

ha debuttato, per quaranta serate sold out, dal 12 febbraio 2018 e si chiuderà il 12 giugno a Padova, a cui seguiranno le date di Stoccarda, Vienna, Zurigo, Bruxelles, Londra e Lugano. Vestendo capi esclusivi ‘Valentino’ e ‘Gucci’, Lorenzo

ha dato vita ad un salone delle feste: dichiarazione d’amore e celebrazione della vita, della fantasia, della forza, dell’incontro e della libertà, con 13 grandi lampadari a sovrastare il pubblico, dai pendagli di vero cristallo e con 120 macchine ciascuno, tra spara laser e dischi volanti da Luna Park, ideati dallo stesso Jova, partendo dalle pagine del Don Chisciotte, ispirato dal lampadario presente nella sala della casa che ospitava lo studio di registrazione dove ha realizzato il disco nuovo e progettati da Claudio Santucci di Giò Forma. Dall’adattamento teatrale del romanzo, di Corrado D’Elia, recitato in spagnolo dalla magica voce di Miguel Bosè, Manuele Fior, uno dei più grandi fumettisti italiani, propone in apertura uno show l’animazione con protagonista Jova/Don Chisciotte, poi la band (Saturnino al basso, Riccardo Onori alla chitarra, Cristian Rigano alle tastiere e synth, Franco Santarnecchi al piano e fisarmonica, Gareth Brown alla batteria, Leo Di Angilla alle percussioni, Gianluca Petrella al trombone, Jordan McLean alla tromba e Matthew Bauder al sax) si sposta dai 20X12 metri di palco, al secondo spazio live, costruito appositamente, dove al brano ‘Fame’, che chiude ‘Oh, vita’ si alza a quattro metri d’altezza come un grande ponte sospeso verso un terzo palco custom, mondo del DJ set.

La ‘spina dorsale’ dello show è la musica ed il viaggio tra le note, passando dalle atmosfere acustiche, all’hip hop, al dancehall, alla disco, al rock’n’ roll. La scaletta è curatissima: si balla dall’inizio alla fine, da ‘L’OMBELICO DEL MONDO’ a ‘CIAO MAMMA’, ‘PENSO POSITIVO’, ‘SBAM’, il momento centrale di DJ set con Lorenzo in consolle ne raggruppa una decina, poi le conosciutissime ‘L’ESTATE ADDOSSO’, ‘SAFARI’, ‘TUTTO L’AMORE CHE HO’, ‘IL PIU’ GRANDE SPETTACOLO DOPO IL BIG BANG’, la parentesi acustica con ‘MI FIDO DI TE’, ‘ BACIAMI ANCORA, ‘CHIARO DI LUNA’, e per chiudere ‘VIVA LA LIBERTA’.

In scena uno schermo 24X8 si apre in quattro sezioni: il visual show accompagna, con immagini suggestive, ogni singola canzone, tra animazioni esclusive, spezzoni di film e camei come per ‘Gli immortali’ dove Jovanotti veste lo storico costume originale che fu del Don Chisciotte di Vittorio Gassman.

Grazie alla collaborazione con Canon, attraverso la tecnica del photo stitch, i fans hanno potuto farsi fare uno scatto ricordo e riceverne copia stampata, affiancando la propria immagine ‘live’ a quella virtuale dell’artista.

Da lunedì 21 maggio 2018, i tredici stupendi lampadari, portati nei Saloni delle Feste dei Palazzetti italiani, sono andati all’asta: tredici Associazioni tra le quali Save the children Italia, Croce Viola Milano, Alice For Children, ENPA, LAV beneficeranno dei proventi raccolti dalla vendita, a luglio i lampadari saranno consegnati ai legittimi proprietari. “Sono oggetti magici, dal valore inestimabile, visto che sono nati per uno scopo puramente poetico – puntualizza Lorenzo – creati seguendo una linea super tecnologica, hanno illuminato le serate di centinaia di migliaia di persone e l’idea che possano avere una vita, magari in un teatro, un centro commerciale, un hotel, anche dopo il tour, mi da immensa gioia”.

Foto: MICHELE LUGANESI

Angela Balboni

Commenti

commenti