LA DOULEUR

Nel giugno del ’44 la Francia era sotto l’occupazione tedesca. Lo scrittore Robert Antelme

maggior rappresentante della Resistenza, viene arrestato e deportato a Dachau. La sua giovane sposa, Marguerite Duras

angosciata per non ricevere, nel tempo, sue notizie, vive tra il senso di colpa della relazione extraconiugale, con l’amico Dyonis e una seconda, ambigua, con l’agente della Gestapo, Rabier

che potrebbe aiutarla a riabbracciare l’amore della sua vita. Con delicatezza ed intimo dolore, l’attrice Melanie Thierry

veste i panni di Marguerite Duras

scrittrice vietnamita, autrice, tra gli altri, del romanzo ‘La diga sul pacifico’ e del best-seller autobiografico ‘L’amante’

ed Emmanuel Finkiel

traspone il romanzo ‘La douleur’

che, diciannovenne, lo colpì per la drammaticità, nel film omonimo

per il grande schermo. Marguerite, in una Parigi sotto assedio, rischia la vita pur di riavere il marito a casa, mentre Robert, nel campo di concentramento, lotta ogni giorno, contro la morte: la Liberazione segnerà una straziante attesa

per placare quell’angoscia che corrode un’anima pura. ‘Le douleur’ è una storia vera autobiografica, abbozzata dall’autrice Duras, e basata sul contenuto di un diario nascosto e dimenticato per anni.

Roberta Masi

Commenti

commenti