LUCA SETA Ricomincio da qui

LUCA SETA

pseudonimo di LUCA BARBARESCHI è un attore e cantautore piemontese che dal 2003 ha debuttato a teatro, cinema, televisione (spot, sceneggiati, sit-com). Dopo aver recitato in due corti per la Scuola di Cinema di Milano ha esordito come protagonista nel film per il grande schermo

‘E guardo il mondo da un oblò’ di Stefano Calvagna. Per quello che riguarda la tv, dopo aver preso parte a due episodi di ‘Casa Vianello’, nella serie della Rai ‘Capri’ è Giulio Marra

in ‘7 vite’ è Davide La Torre

trentenne che, dopo quindici anni si risveglia dal coma e cerca di riadattarsi alla vita quotidiana, in ‘Un posto al sole’ è

Simone Torino e nel 2014 prende parte come co-protagonista ad un episodio di ‘Don Matteo’. Nel 2008, Luca, comincia a scrivere canzoni insieme al musicista Alessandro Caldi, amico d’infanzia e, dall’incontro con il compositore e produttore Gabriele Buonasorte nasce un connubio artistico che si consolida nella realizzazione del primo disco

‘In viaggio con Kerouac’. A primavera 2017 esce il singolo

‘Cuccioli di gnu’ in cui Luca e la sua band portano la musica del cantautore in tour

fino a Bangkok in occasione dell”Italian Festival in Thailand’. A fine anno Luca, inoltre torna al cinema nel cast di

‘Nove lune e mezza’ di Michela Andreozzi. ‘RICOMINCIO DA QUI’

rispecchia una rinascita fisica, interiore e psicologica dell’artista, con uno slogan di libertà, scelta di esprimere le proprie emozioni in modo sincero, con una musica pulita e pura, senza una nota in più ne una in meno. Nelle dodici canzoni, tra cui ‘Nevica’, ‘Quando piove a Milano’, ‘Ninna nanna’, e i monologhi ‘ Mi presento’, ‘Hiroshima’, ‘ Kapuscinski’ si racconta la volontà di ripartire dopo un brutto infortunio in cui Luca ha quasi rischiato di perdere un dito e la consapevolezza di non mettere la propria felicità in mano ad altri, che sia un collega di lavoro, la donna amata o un amico. Il video di ‘LA VITA E’ TROPPO BELLA’

è stato girato in parte in Versilia e in parte al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia ‘Leonardo Da Vinci’ di Milano: il protagonista, Massimiliano Galligani veste i panni di un soldato che dopo aver visto gli orrori della guerra decide di cercare la felicità nelle cose semplici, ha una vecchia bicicletta a tre ruote, una bancarella in cui vende cose improbabili e pochi vestiti addosso ma in realtà possiede tutto l’universo perché ha deciso di abbracciarlo alzando le mani al cielo.

Foto: Gianluca Sarago, Gabriele De Pascali, Amedeo Novelli.
Sergio Galuppi

 

Commenti

commenti