NOI SIAMO TUTTO

La diciottenne MADELINE ‘MADDY’ WHITTIER (AMANDLA STENBERG)

sofferente di una grave malattia, è costretta a vivere sempre fra le mura domestiche, dentro ad una stanza fatta di vetro; legge molto, segue un corso di architettura online e ogni volta che costruisce un modellino di aereo mette al suo interno un pilota immedesimandosi in lui e sentendosi come bloccata nello spazio. Una sera, alla porta degli Whittier bussano OLIVER ‘OLLY’ BRIGHT (NICHOLAS ROBINSON)

e la sorella, i nuovi vicini di casa, per portare un ciambellone da parte della loro madre. Il ragazzo vorrebbe fare la conoscenza di Maddy ma per il momento sarà solo intravedendosi dalle proprie finestre delle camerette; Olly, per mostrarsi divertente improvviserà alcune situazioni con protagonista il ‘terribile’ ciambellone della mamma. Dopo vari messaggi via mail Maddy e Olly si incontrano a casa di lei e si accende una forte intesa fra i due. La Dottoressa Pauline Whittier si accorge che la figlia frequenta il giovane vicino, avendo già perso un figlio in un incidente ha preferito segregare Maddy per difenderla dalle disgrazie del mondo mentendole su una malattia realmente non esistente. Dopo una prima fuga alle Hawaii con Olly, l’amore la spingerà ad inseguire il suo destino a New York dove il ragazzo si è di nuovo trasferito con la famiglia. ‘NOI SIAMO TUTTO’
(EVERYTHING EVERYTHING)


è un adattamento cinematografico all’omonimo romanzo di Nicola Yoon.

Sergio Galuppi

Commenti

commenti