PARIGI A PIEDI NUDI

Con scenografie come il Quartiere Latino, il Cimitero del Pere-Lachaise o l’Ile aux Cygnes, la coppia di attori-registi

DOMINIQUE ABEL e FIONA GORDON affrontano in

‘PARIGI A PIEDI NUDI’ tematiche quali l’emarginazione, la solidarietà, la vecchiaia, l’amore e la morte, ribaltate, in un’invettiva improvvisata di una commedia in stile slapstick volutamente burlesque. FIONA

bibliotecaria non più giovanissima, dai capelli rossi, sarà destinata ad incontrare l’amore, partendo dal freddo Canada, diretta a Parigi, in cerca di zia Martha (EMANUELLE RIVA) della quale una lettera preannuncia l’imminente trasferimento ad un centro per anziani. Zaino in spalla, Fiona attraverserà una serie di contrattempi fino a scontrarsi con DOM

galante e vanitoso clochard dal fascino tutto suo, con cui ballerà un romantico tango su un barcone-ristorante. Invaghitosi di Fiona, Dom vorrà rimanerle a fianco anche quando questo la infastidirà

comprendendo poi di aver bisogno di lui per trovare zia Martha, misteriosamente scomparsa

lasciandosi trasportare dalle emozioni, tra leggerezza, surrealismo, tradizione clownistica ed un omaggio al cinema di JACQUES TATI ( ‘Mon Oncle’) e LOUIS MALLE (‘Zazie nel metro”) dove gesto e spazio, rapportati, diventano punto cruciale.

Roberta Masi

Commenti

commenti