SANT’AGATA DE’ GOTI

Soprannominata ‘perla del Sannio’

SANT’AGATA DE’ GOTI è un comune di 11.202 abitanti, nella provincia di Benevento, in Campania. La città si divide in una parte moderna edificata dal XIX secolo, l’altra, dall’epoca romana, posizionata su una roccia di tufo. I monumenti più importanti del borgo, sono:

il Duomo, che conserva una cripta con archi su capitelli, di rara lavorazione scultorea

la Chiesa dell’Annunziata, dagli splendidi affreschi e la Chiesa con il convento di San Francesco che, secondo le ricerche di alcuni studiosi, fondò il Santo stesso, nel Duecento, in ritorno dal Santuario di San Michele Arcangelo del Gargano. La Chiesa della Madonna del Carmine ospita un museo che raccoglie reperti della vita di

Sant’Alfonso Maria De’ Liguori. Alcuni esempi di architettura seicentesca sono nelle strutture dei Palazzi Jovere del Girasole, Viscardi, Bellotti – Passarelli, Tidei e Silva. Evento estivo

l’infiorata del Corpus Domini, organizzata dalla Società Operaia di Mutuo Soccorso. A Sant’Agata sono stati girati film televisivi/cinematografici come

‘La mia generazione’ (con Silvio Orlando e Claudio Amendola) o

‘Si accettano miracoli’ (con Alessandro Siani e Fabio De Luigi). Tra le specialità di frutta, si coltiva, in tutta la regione Campania, la

mela annurca, dall’acidula e profumata polpa bianca, caratterizzata da proprietà organolettiche. I vini del luogo sono

il Sant’Agata dei Goti Falanghina e il Sant’Agata dei Goti Aglianico riserva.

Paola Vezzani

Commenti

commenti