TIZIANO RIVERSO

TIZIANO RIVERSO: vignetta VS fumetto VS caricatura VS illustrazione

“La vignetta è una forma antichissima di scelta di narrazione, legata soprattutto a politica o costume e contenente una singola scena della striscia. Il fumetto, considerato anni fa, popolare, è ad oggi la nona arte conosciuto anche come ‘graphic novel’ (romanzo disegnato). La caricatura permette di riprodurre ‘grottescamente’ un personaggio di solito pubblico. L’illustrazione può essere su copertine di libri, cd musicali”.

La satira disegnata…

” Da un modo di dire di Tiziano Riverso: ‘La satira è il termometro della Democrazia’”.

…ricordi al Caffè Teatro di Verghera di Samarate



“Erano gli anni ’90, il cabaret prendeva forma proponendo nomi ad ora prestigiosi. Al Caffè Teatro si formò l”Accademia dei goliardi’ con Flavio Oreglio, Ale e Franz, i fondatori Dado Tedeschi, Antonio De Luca,
io, in qualità di fumettista e pittore, Aco Bocina e Pietro Nobile alle musiche. Ci si trovava al pomeriggio, indicando un tema del giorno e su quello si imbastivano gli sketch, discutendo su accadimenti quotidiani quando da un piccolo dettaglio divertente nasceva uno spettacolo vero e proprio. Ricordo che una sera nebbiosissima stavano arrivando da Forlì, Ale e Franz, e con l’auto si apprestavano ad entrare nello spazio adiacente estivo: Maurizio Castiglioni, direttore artistico del locale, mise i microfoni in viva voce per i presenti che, non capendo subito si trattasse di un’improvvisazione comica, si ritrovarono i due cabarettisti, disperatissimi di aver causato un grave incidente, con portiera d’auto in mano, a portarne le prove fisiche, tra gli applausi e le risa fragorose del pubblico”.

…lo spettacolo ‘Pataciak’

“Dopo le prove generali del mercoledì, al Caffè Teatro, il laboratorio si spostò, al sabato, presso il teatro Ciak di Milano, a direzione artistica di Maurizio Costanzo. Sembrava un azzardo mettere in cartellone uno spettacolo in tarda serata, ma dopo alcune repliche il sold out era assicurato: portavamo ‘I dieci comandamenti’, uno ad ogni show, per coinvolgere il pubblico domandando se veramente fossero rispettati”.

Tiziano Riverso, nelle illustrazioni dei libri di Flavio Oreglio e Leonardo Manera…

“Per il libro di Leo, dallo stile realistico, ho collaborato nelle illustrazioni. Con Flavio, il sodalizio artistico è ventennale, per anni abbiamo entrambi frequentato gli stessi spazi, gli stessi editori, con filo comune la comicità”.

Collaborazioni con Alberto Fortis…



“Ad Alberto piacciono molto i fumetti: da ottanta tavole è nato ‘Berty’ (con Pino Ceriotti e Simone Landoni) dove Fortis diventa il protagonista disegnato nel mondo visto attraverso i suoi occhi”.

L’umorismo a beneficio dei più piccoli secondo Tiziano Riverso



“Assieme alla strepitosa scrittrice giallista Sara Magnoli abbiamo realizzato una collana di gialli per bambini con protagonisti Zac e Lalo, due ragazzini che affrontano gli ostacoli della vita con il coraggio e la curiosità di due giovani eroi”.

…un libro ed una mostra con finalità umanitarie per il Burkina Faso



“Sono solito aderire a temi sociali, come possono essere l’ecologia o la mafia, in seguito a pubblicazione a scopo benefico. In occasione dei mondiali di ciclismo tenutosi a Varese, anni fa, alla realizzazione del libro ‘Risate a ruota libera’ i proventi hanno permesso di acquistare dieci biciclette da mandare in Burkina”.

…ed una mostra su Gianni Morandi!

“La mostra risale all’anno in cui Morandi presentò il Festival della Canzone Italiana. La parte vecchia della città ha ospitato le mie tavole irradiando quei giorni festivalieri di un tratto a colori come i fiori tipici di Sanremo cui, anni dopo ho abbinato i vari volti canori, disegnandoli su cartoline da ricercare nei punti vendita del centro. A Gianni è piaciuta molto la mostra dedicata al suo percorso artistico”.

Foto, illustrazioni, vignette, per gentile concessione Tiziano Riverso e Flavio Oreglio

Angela Balboni

 

Commenti

commenti