TRIESTE FILM FESTIVAL

Nato nel 1988 come Alpe Adria Cinema: incontri con il cinema dell’Europa centro orientale, nel corso degli anni, il modificarsi degli scenari geo-politici ed economici lo vedono definirsi come ‘TRIESTE FILM FESTIVAL’

allargando il suo sguardo fino alle lontane repubbliche dell’Asia centrale. Con inizio venerdì 18, sino al 25 gennaio 2019, le proiezioni si terranno al cinema Ambasciatori, teatro Miela e Politeama Rossetti, a Trieste: in concorso, per il ‘Premio Trieste’, nove lungometraggi, tra cui ‘DONBASS’

di Sergej Loznica, ‘TLUMOCNIK’

di Martin Sulik, per il ‘Premio Fondazione Osiride Brovedani’ tredici cortometraggi, tra cui ‘UNTRAVEL’

di Ana Nedlijkovic e Nikola Masdak Jr, ‘BOBO’

di Andrej Rehak e per il ‘Premio Alpe Adria Cinema’, undici documentari internazionali e italiani, tra cui ‘SVIDETELI PUTINA’

di Vitalij Manskij, ‘CHRIS THE SWISS’

di Anja Kofmel. Il ‘Premio Corso Salani’ intende dare un’opportunità di visibilità e promozione a lungometraggi italiani indipendenti, sia di fiction che di documentari non ancora distribuiti nelle sale italiane ed internazionali. Completano il Festival, vetrine dedicate a contaminazioni tra cinema e arte contemporanea, film recenti, anteprime internazionali e titoli che hanno fatto la storia del cinema europeo, da ‘BEFORE THE RAIN’

di Milcho Manchevski a ‘ETER’

di Krzysztof Zanussi. Dopo l’opening con il film di Herzog e Andrè Singer ‘MEETING GORBACHEV’

eventi come: la presentazione del libro ‘Volevo uccidere J.L. Godard’ di Jan Nemec

‘Dentro alla camera oscura’

(incontro per i piccoli cinefili), masterclass con il montatore Jacopo Quadri, serata tra musica e fumetto con

Aleksandar Zograf.

Sergio Galuppi

Commenti

commenti