TUTTO QUELLO CHE SIAMO

Marina è una diciannovenne a cui la vita non ha regalato quasi nulla di buono, tranne Filippo, il fratellino a cui accudisce amorevolmente. La loro mamma è morta, il padre è un prepotente ed un autoritario che si è risposato con una donna che la tratta come una serva, in casa. Il sogno di Marina è di entrare all’Accademia delle Belle Arti, essendo dotata di un incredibile talento per il disegno, ma, non potendo permetterselo, l’unico modo per stare il più vicino a quel mondo è lavorare al bar davanti all’istituto (oltre a dare una mano al negozio di abbigliamento della madre di un amico). Tra cappuccini e brioche, Marina fa la conoscenza di Christopher, studente brasiliano ‘bello e dannato’ di cui si innamora perdutamente; una mattina lui le lascia il suo numero di telefono, cominciano a frequentarsi ma sarà una relazione disinteressata da parte di lui, causa a Marina sofferenze di cuore, oltre alla già insostenibile situazione famigliare, carica di umiliazioni e paure per lei e Filippo. Ed ecco che compare un ‘angelo’ a forma di ragazzo, è Nicholas, che comprende Marina, il suo stato d’animo, avendo perso anch’egli la madre, la consola, le ridona il sorriso e la fa innamorare, anche se Nic è ‘fidanzatissimo’. Quando, una domenica mattina, Marina e Filippo incontrano Nicholas al parco, tra i due ragazzi scatta una forte complicità e da quel giorno iniziano a darsi appuntamento e ad uscire tutti e tre. Contemporaneamente Marina rivede Christopher, lui è ancora bellissimo, e, nonostante il rapporto di coppia sia stato soffocato, i sentimenti non lo sono altrettanto. Preparato al suo matrimonio con Isabella, Nic lascerà la ragazza sull’altare per recarsi al capezzale di Marina che, dopo un incidente con il motorino si ritrova all’ospedale con Filippo a cui la caduta ha fratturato un braccio. Nei frammenti di ricordi dell’impatto in strada, dove le emozioni forti sfogano il dolore represso, Marina svela a suo padre che il figlio del grembo della matrigna non è suo e, in una gioia immensa, che ama Nicholas e che lo ha sempre amato. Per un lieto fine, Ginevra, la miglior amica di Marina, crea una fragranza dagli ingredienti segreti che chiama ‘Mai Più’ a ricordo che è meglio non fidarsi di un uomo che promette e non mantiene, Dario intraprende studi di psicologia, Christopher vince una borsa di studio a Milano, e Marina e Nicholas vanno a vivere assieme, ospitando nei fine settimana il piccolo Filippo: Nic si occupa di bambini disagiati, con il progetto di inaugurare un centro ove ospitarli, dargli istruzione in modo che la vita non sia solo e sempre quella avuta fino ad allora ma si possano aspettare dei miglioramenti positivi dal destino; Marina non lavora più al bar, si è iscritta alla scuola di fumetto e collabora con riviste di settore. Nicholas la renderà felice per sempre.

‘TUTTO QUELLO CHE SIAMO’ è opera di

Federica Bosco, scrittrice e sceneggiatrice, appassionata di yoga e sostenitrice dell’alimentazione vegana.

Roberta Masi

Commenti

commenti