VALERIA VAGLIO ‘Mia’

Dopo il ‘corso di perfezionamento per autori di testi’ presso il Cet di Mogol

VALERIA VAGLIO

ha partecipato alla 58a edizione del Festival di Sanremo

nella categoria ‘giovani’, con il brano ‘Ore ed Ore’; recente lavoro discografico ‘Il mio vizio migliore’.

E’ stata la voglia di sperimentare, di raccontare la rabbia dentro di lei , che Valeria ha realizzato ‘MIA’

una storia che si estende nell’arco di un anno, frutto dell’incontro con i produttori Vittorio Giannelli e Giampaolo Cantini, per aprire il cantautorato alla musica elettronica:

‘LE COSE CHE DICONO’: ‘Dicono che se guardi il mare per almeno tre volte, con la stessa persona, una parte di quella persona resterà ‘tua’ per sempre’.

’10 MINUTI’ : ‘Cosa ti costa chiudermi a chiave dentro i tuoi occhi?’.

‘MI FACCIO UN REGALO’: ‘Oggi è il mio compleanno e mi faccio un regalo, non dimentico tutto ma riparto da zero’.

‘FALLO, AMORE!’ : ‘Sotto un cielo di cartone, io mi arrendo al tuo silenzio’.

‘LIBERA’ : ‘La pazienza è una distanza dalle mille parole’.

‘MIA’: ‘L’amore ad ogni costo non è che solitudine’.

Foto: Silvia Buccino

Roberta Masi

Commenti

commenti