VINCENZO INCENZO Credo

Dopo la laurea al Dams , Vincenzo Incenzo inizia il suo percorso di autore scrivendo per alcuni tra i più grandi artisti della musica italiana, da Renato Zero a Lucio Dalla, da Antonello Venditti a Michele Zarrillo, da Ornella Vanoni a Patty Bravo. Per il teatro firma i testi dello spettacolo musicale ‘Romeo e Giulietta – ama e cambia il mondo’ (versione italiana dell’opera di Gerard Presgurvic)

scrive e dirige i musical ‘Diana & Lady D’

e ‘Rosso Napoletano’, scrive canzoni per lo spettacolo di Alessandro Siani e Christian De Sica ‘Il principe abusivo’

e cura la versione italiana delle canzoni di Cole Porter in ‘Vacanze Romane’; nel 2014, Incenzo è direttore artistico della mostra ‘Zero’

dedicata a Renato Zero. Autore di libri tra i quali ‘La canzone in cui viviamo’, ‘Il sorriso d’avorio d’una ragazza d’ebano’

riceve due volte il Premio Lunezia e i Premi Siae Autori e Giffoni Film Festival. Anticipato dal singolo ‘Je suis’, Vincenzo Incenzo si presenta al pubblico come cantautore con il disco di inediti ‘CREDO’

per sollecitare coscienze ed esprimere pensieri. Vincenzo ha scritto sin da bambino, rimanendo sempre in quinta, in silenzio, sognando di cantarle quelle parole. E’ stato Renato Zero a spingerlo in quest’esperienza discografica che è nata e cresciuta al suo fianco: Incenzo ci mette rabbia, cuore e lacrime, oltre a tutto quello che ancora non era riuscito a mettere su carta. ‘Credo’ contiene brani come ‘L’elefante e la farfalla’, ‘Prima di qualunque amore’, ‘Il primo giorno dell’estate’, è prodotto da Renato Zero

e vi hanno collaborato nomi quali Fabrizio Bosso, i Neri per caso, Paolo Costa, Lele Melotti, Danilo Madonia.

Foto: Roberto Rocco
Roberta Masi

Commenti

commenti