WRONGONYOU

WRONGONYOU

(all’anagrafe MARCO ZITELLI) romano, classe 1990, si è scelto uno pseudonimo a doppio senso, espressione inglese ‘worng about you’ grammaticalmente scorretta. Ormai considerato il Bon Iver

italiano, alcune sue canzoni sono arrivate all’orecchio del professore di sound technology dell’Università di Oxford il quale lo ha invitato a registrare negli stessi studi dove, nel ’91, i Radiohead portarono ‘Manic Hedge Hog’. Wrongonyou

ha ricevuto molti consensi con il suo primo demo ‘Hands’ realizzando più di duecento concerti a cui sono seguite partecipazioni a diversi Festival europei come il Bime di Bilbao, il Botanique a Bruxelles, il Fete de l’Europe a Parigi, il Primavera Pro di Barcellona, l’Eurosonic Noorderslag in Olanda. Dopo i singoli ‘RODEO’

‘KILLER’

e ‘THE LAKE’

il primo EP ‘MONTAIN MAN’

dove il legame con la natura è per l’artista fonte di ispirazione

e, in collaborazione con Michele Canova, uno dei produttori italiani più conosciuti nel mondo, realizza il CD ‘[Re]Birth’

cantato in inglese e colorato da un timbro di voce difficile a confondersi, una chitarra Gibson o Martin suonata a tre dita

e una band al fianco (Gianmarco Ricasuoli alla chitarra, Graziano Sessa al basso e Flavio Zampa alla batteria). La tracklist è divisa in ‘[Re]Birth’ con sette brani inediti al momento della pubblicazione, tra i quali ‘GREEN RIVER’, ‘SON OF WINTER’, ‘PROVE IT’ e ‘Birth’ con i singoli che hanno preceduto il disco. Opening act di Fabi, Levante, Silvestri e Lumineers, Alessandro Gassman ha voluto fortemente nel cast del film per il grande schermo ‘Il premio’ Wrongonyou

che interpreta la parte del figlio dell’attore/regista e ne cura la colonna sonora. L’artista romano dal sound internazionale si è esibito in location come il Paloma Rock Fest di Parma, il Festival delle Invasioni a Cosenza, il Rivera Rock di Assisi, il Rise Festival di Padova. A luglio, in occasione di ‘Estate Sforzesca’, il mix di folk ed elettronica di Wrongonyou si è arricchito di un contributo musicale prezioso: la presenza del compositore pianista Dario Faini.

Il video del singolo ‘Family of the year’

è stato scelto da Real Time come colonna sonora della Pride Week in perfetta sintonia con il racconto delle varietà di famiglie che da sempre il canale propone come pilastri della propria programmazione. Le musiche di Wrongonyou musicano inoltre la serie giapponese Netflix

‘Terrace House’.

Foto: Michele Piazza, Alessia Leporati, Riccardo Medana

Angela Balboni

Commenti

commenti